Cambridge - PON

ORDINAMENTO
SCIENZE APPLICATE
LICEO INTERNAZIONALE
CAMBRIDGE

PCTO - Percorsi per le competenze trasversali e l'orientamento

PREMESSA

Negli ultimi anni, l’Alternanza Scuola-Lavoro è stata recepita nei Piani dell’Offerta Formativa dei diversi istituti scolastici, trovando un’adozione sempre più ampia. Anche nel mondo del lavoro sono aumentate (anche se ancora insufficienti) le aziende/gli Enti/le Associazioni che si sono resi disponibili a collaborare fattivamente con la scuola, contribuendo alla realizzazione di progetti significativi.

Il nostro Istituto realizza da anni una rilevante attività di Alternanza Scuola-Lavoro, in collaborazione con aziende/enti del territorio, proponendo in particolare stage agli alunni delle classi terze, quarte e quinte tra l’inizio e la fine dell’anno scolastico.

L’Alternanza Scuola-Lavoro rappresenta, innanzitutto, una metodologia didattica integrata alla formazione in aula con la quale trasferire agli alunni conoscenze e abilità curriculari.

Tra le altre finalità vi è, poi, quella di creare esperienze formative che possano avvicinare i ragazzi a comprendere meglio come funziona il mondo del lavoro. È, inoltre, di importanza fondamentale nell’orientamento in uscita degli studenti per l’iscrizione agli studi universitari o ad altri percorsi formativi.

All’esperienza di tirocinio si affianca una formazione d’aula propedeutica alle attività di ASL, accompagnata da una riflessione sul mondo del lavoro.

Con l’approvazione della legge 107/15 sulla Buona Scuola, l’ASL è divenuta obbligatoria negli istituti di istruzione secondaria superiore di II grado. La legge indicava in 200 il numero minimo di ore da dedicare all’Alternanza Scuola Lavoro nei Licei Scientifici, nell’arco dell’ultimo triennio. La legge 145 del 30 dicembre 2018 ha disposto la ridenominazione dei percorsi di Alternanza Scuola Lavoro in “Percorsi per le competenze trasversali e l’orientamento” (PCTO) e ha previsto una significativa riduzione delle ore a partire dall’anno scolastico 2018/2019. In particolare, il numero di ore minime obbligatorie nell’ultimo triennio per i licei Scientifici è stato ridotto a 90. Con il DM 774 del 4 settembre 2019 sono state rilasciate le Linee guida per i PCTO che contengono indicazioni aggiornate alla nuova normativa.

FINALITA’ E OBIETTIVI

Gli obiettivi fondamentali perseguiti con i PCTO si possono riassumere essenzialmente nei seguenti 5 punti:

• Attuare modalità di apprendimento flessibili sotto il profilo culturale ed educativo che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l’esperienza pratica;
• Arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l’acquisizione di competenze trasversali spendibili anche nel mercato del lavoro;
• Favorire l’orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali;
• Realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con le Università, il mondo del lavoro e delle professioni, la società civile;
• Correlare l’offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.

METODOLOGIE

I PCTO rappresentano una metodologia propria della “Buona Scuola”, non centrata solo sulle conoscenze disciplinari ma anche sulle competenze personali degli studenti, quelle che consentono loro di affrontare in modo consapevole e attivo le responsabilità della vita adulta. Tale metodologia consente di alternare attività presso la scuola, con particolare rilevanza dei laboratori e dei progetti, ad attività esterne sotto forma di visite, ricerche, compiti reali in azienda. In tal modo si persegue una formazione efficace e si colloca l’attività formativa entro situazioni di apprendimento non più rivolte a saperi inerti, ma inserite nella cultura reale della società.
La didattica delle competenze si fonda sul presupposto che gli studenti apprendono meglio quando costruiscono il loro sapere in modo attivo attraverso situazioni di apprendimento fondate sull’esperienza. Aiutando gli studenti a scoprire e perseguire interessi, si può elevare al massimo il loro grado di coinvolgimento, la loro produttività, i loro talenti. L’insegnante non si limita a trasferire le conoscenze, ma è una guida in grado di porre domande, sviluppare strategie per risolvere problemi, giungere a comprensioni più profonde. E’ bene condividere con l’azienda l’approccio per competenze, ponendo l’accento sui prodotti, processi e linguaggi, in modo che emergano nel corso dell’esperienza le evidenze sulla base delle quali poter procedere nella valutazione di padronanza da parte di ogni singolo allievo.

I PCTO che vengono svolti nel corso dell’anno si articolano in:

• Lezioni comuni di informazione/formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro (D.Lgs. 81/2008) e sul mondo del lavoro in generale
• Informazione/Formazione in aula con esperti del mondo del lavoro
• Visite guidate in azienda/enti/altri luoghi di attività sul campo
• Osservazione attiva in azienda/enti/altri luoghi di attività sul campo
• Attività simulata in azienda/enti/scuola
• Project Work commissionato dall’azienda.

ATTIVITA’ COMUNI E FORMAZIONE PRELIMINARE IN PCTO PER L'A.S. 2019-2020

CLASSI TERZE

Tutte le classi terze partecipano ad una formazione preliminare nell’ambito dei PCTO riguardante:

• “Presentazione dei PCTO” (2 ore);
• “Formazione generale sulla Sicurezza nei luoghi di lavoro”, in modalità e-learning, attraverso la piattaforma ministeriale per l’ASL (4 ore);
• “Diritto del lavoro” (2 ore),

per un totale di 8 ore.

CLASSI QUARTE 

Tutte le classi quarte partecipano alle seguenti attività di formazione preliminare:

• “Informazione al Primo Soccorso" a cura del 118 o Croce Rossa o Associazioni di Volontariato (2 ore);
• “Incontro con l’Agenzia delle Entrate”, (2 ore).

Il totale della formazione comune è di 4 ore.

PROGETTI SPECIFICI DI PCTO PER L'A.S. 2019-2020

CLASSI TERZE

I progetti che verranno svolti dalle classi TERZE dopo delibera dei C.d.C. e le decisioni assunte nella riunione del gruppo di lavoro per i PCTO sono:

• “STARTUP YOUR LIFE - Unicredit”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con l’Istituto bancario UNICREDIT e affronterà argomenti riguardanti il sistema finanziario e cenni di macroeconomia, il mercato monetario, il sistema bancario e l’educazione alla gestione del risparmio. Il referente è Anna Maria Fiore, le classi coinvolte sono: III Curvatura Giuridico-Economica, III A, III B, III M. I tutor sono: Anna Maria Fiore, Rosalba Forziato, Maria Astorino. 

• “YOUtilities”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con Acquedotto Lucano ed è finalizzato a sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto dell’ambiente e a illustrare la complessità del lavoro svolto dall’Azienda. Il referente è Raffaele Boezio, le classi coinvolte sono: III C, III E, III G, III I, III L. I tutor sono: Antonia Campanella, Raffaele Boezio, Veronica Di Capua, Lucia Spolidoro, Paola Curci. 

• “CSV BASILICATA”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con il CSV Basilicata prevedendo percorsi di orientamento formativo al Terzo Settore, la realizzazione dei laboratori “Progettiamo insieme” e la realizzazione di Imprese Formative Simulate del Terzo Settore tramite la piattaforma Confao. Il referente è Rocchina Motta, le classi coinvolte sono III B, III D, III F, III H. I tutor sono: Antonietta Summa, Angelo Summa, Anna Bonomo, Rocchina Motta. 

• “ASIMOV”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con l’Università degli Studi della Basilicata o in alternativa con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare ed ha la finalità di promuovere la lettura di testi scientifici tra gli studenti delle scuole. Il referente è Maria G. Blumetti, le classi coinvolte sono: III A, III C, III D, III E, III H, III i, III L. I tutor di classe che seguiranno gli alunni nello svolgimento del progetto, sono rispettivamente Anna Maria Fiore, Antonia Campanella, Angelo Summa, Raffaele Boezio, Rocchina Motta, Lucia Spolidoro, Paola Curci.

CLASSI QUARTE

I progetti che verranno svolti dalle classi quarte dopo delibera dei C.d.C. e le decisioni assunte nella riunione del gruppo di lavoro per i PCTO sono:

• “Competenze e strumenti per la gestione della biblioteca scolastica innovativa”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con la Biblioteca Provinciale di Potenza. Scopo del percorso è quello di dotare gli studenti delle competenze e degli strumenti necessari alla gestione della biblioteca della scuola e all’attivazione di una serie di servizi rivolti agli stessi studenti, ai docenti e alle famiglie. Il referente è Maria Datena, la classe coinvolta è la IV D, il tutor di classe è Lucia Olivieri. 

• “YOUtilities”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con Acquedotto Lucano ed è finalizzato a sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto dell’ambiente e a illustrare la complessità del lavoro svolto dall’Azienda. Il referente è Claudia Grimaldi, le classi coinvolte: IV A, IV E, IV F. I tutor sono: Claudia Grimaldi, Raffaele Boezio, Giuseppe De Carlo. Per la classe IV G il referente e tutor è Raffaele Boezio. 

• “STARTUP YOUR LIFE - Unicredit”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con l’Istituto bancario UNICREDIT ed ha lo scopo di sviluppare il pensiero imprenditoriale e far acquisire competenze su temi di banca e finanza. Il referente è Anna Maria Fiore, la classe coinvolta è la IV A. Il tutor è Claudia Grimaldi. 

• “Art & Science Across Italy”. Il progetto si basa sulla connessione tra scienze ed arte e sarà sviluppato in collaborazione con l’Università degli Studi della Basilicata, Dipartimento di Scienze. Il referente è Donato Summa, le classi coinvolte sono IV C e IV H. I tutor sono Saverio Salvia, Antonio Fanuele. 

• “Intercultura”. Il referente è Elisabetta Grimaldi per tutte le classi. 

• “Programma school and vacation”. Il referente è Elisabetta Grimaldi. La classe coinvolta è la IV D. Il tutor è Lucia Olivieri.  

• “A SCUOLA DI OPEN COESIONE”. Il progetto è promosso dal Miur e dal Dipartimento per le politiche di coesione. E’ finalizzato a promuovere e sviluppare principi di cittadinanza attiva e consapevole e elementi di data Journalism. Il referente è Maria Rosaria Sabina. La classe coinvolta è la IV B. I tutor sono Maria Rosaria Sabina e Lucia Spolidoro.

CLASSI QUINTE

I progetti che verranno svolti dalle classi quinte, dopo la delibera dei C.d.C. e le decisioni assunte nella riunione del gruppo di lavoro per i PCTO sono: 

• “Competenze e strumenti per la gestione della biblioteca scolastica innovativa”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con la Biblioteca Provinciale di Potenza. Scopo del percorso è quello di dotare gli studenti delle competenze e degli strumenti necessari alla gestione della biblioteca della scuola e all’attivazione di una serie di servizi rivolti agli stessi studenti, ai docenti e alle famiglie. Il referente è: Maria Datena, la classe coinvolta è la V D, il tutor di classe è Maria G. Blumetti. 

• “YOUtilities”. Il progetto si svolgerà in collaborazione con Acquedotto Lucano ed è finalizzato a sensibilizzare le giovani generazioni al rispetto dell’ambiente e a illustrare la complessità del lavoro svolto dall’Azienda. Il referente è Claudia Grimaldi, la classe coinvolta è la V H. Il tutor è: Rosaria Lorusso. 

Le altre classi quinte non svolgeranno progetti specifici di PCTO avendo già raggiunto le 90 ore di frequenza previste dalla norma in vigore. Pertanto, le attività previste per tali classi sono di revisione e sintesi di quanto già svolto negli anni precedenti e saranno finalizzate alla preparazione del colloquio per l’esame di Stato. Le attività saranno coordinate dai tutor di classe e dai docenti che ne hanno curato lo svolgimento negli anni scorsi.

Quegli studenti che non avessero raggiunto il minimo delle ore previste dovranno svolgere: a) attività con gli enti già coinvolti in attività di PCTO con la scuola, b) progetti trasversali, come descritto nel seguito, c) attività di orientamento in uscita in collaborazione con enti pubblici e privati, ordini professionali.

PROGETTI TRASVERSALI DI PCTO

Nel corso dell’anno sarà inoltre attivato un progetto di PCTO trasversale per le classi quarte e quinte:

• “Peer Tutoring: sportello didattico”, classi quarte e quinte, responsabili prof.sse Datena e De Marco.

ALTRE ATTIVITA’ DI PCTO

Saranno considerate valide ai fini dei PCTO:

• tutte le attività di approfondimento seminariale organizzate dalla scuola, in collaborazione con enti esterni e/o in orientamento in uscita per gli studenti del triennio che abbiano attinenza con i PCTO in fase di svolgimento.

• i PLS di Geologia, Biotecnologie, Chimica, Matematica organizzati in collaborazione con l’Università

• le attività svolte con Intercultura.

FASI DEL PROGETTO

Il progetto si svilupperà secondo le seguenti fasi:

• Verifica dello stato dei PCTO al 31 agosto dell’anno scolastico 2018/19;

• Definizione del gruppo di lavoro per i PCTO;

• Definizione delle linee di sviluppo del progetto generale di PCTO per l’anno in corso;

• Individuazione degli studenti;

• Predisposizione della modulistica di progetto (scheda di progetto, scheda finanziaria, scheda sintetica, registri delle presenze/assenze, schede di valutazione degli studenti);

• Ricerca delle proposte di PCTO provenienti dal territorio;

• Verifica in termini di disponibilità di Enti/Aziende/Associazioni territoriali;

• Individuazione dei progetti specifici di PCTO;

• Individuazione dei Responsabili di Progetto;

• Individuazione dei docenti tutor di classe e/o dei gruppi di studenti e/o di progetto;

• Delibera dei C.d.C. e del Collegio Docenti;

• Inquadramento economico dei progetti di PCTO;

• Nomine di tutor, responsabili e formatori;

• Stipula delle convenzioni/accordi con gli enti/aziende/associazioni;

• Organizzazione della formazione preliminare;

• Attivazione di una sezione sul sito WEB della scuola per la pubblicazione dei progetti e delle attività da svolgere;

• Calendarizzazione delle attività;

• Avvio delle lezioni comuni (formazione preliminare);

• Avvio delle attività di aula nell’ambito dei progetti specifici di PCTO;

• Avvio delle attività di Stage/Attività in azienda/Visite guidate/Simulazione/Compiti di realtà/Project Work per ogni singolo progetto;

• Valutazione degli studenti;

• Questionario di autovalutazione;

• Registrazione sulla piattaforma ministeriale delle attività svolte;

• Resoconto finale delle attività.